La palude delle streghe

La palude delle streghe

Read excerpt Download excerpt

Amburgo, oggi. Ochsenwerder, quartiere periferico a sud della città, somiglia al paradiso nell’estate in cui Britta Stoever lo visita per la prima volta: le erbe aromatiche spandono i loro profumi e i fiori occhieggiano dalle serre. Ma quando vi si trasferisce con la famiglia, mesi dopo, il paradiso sembra aver perso tutto il suo fascino: i campi vuoti e bui, le canne del fiume rinsecchite. La solitudine in cui Britta si ritrova, la solitudine dell’argine e della nebbia, dell’Elba e delle gru dagli occhi gialli, la stringe in una morsa e fa eco a quella che sente nascere dentro di sé. Eppure, da ex geografa, Britta è abituata al silenzio del paesaggio in cui si celano le storie, e quando in una delle sue camminate si imbatte in un cartello che porta il nome di una donna, la sua curiosità si ridesta. Quella che incontra, tuttavia, è una storia di invidie, di pregiudizi, di persecuzione. E di fuoco. Amburgo, 1570. La terra lambita dall’Elba è una palude che solo il costante intervento dell’uomo riesce a contenere. Abelke Bleken, unica figlia di un ricco fattore, gestisce i suoi possedimenti con saggezza. È bella, dicono alcuni. È arrogante, dicono altri: tutta quella terra è troppa per lei sola. E il giorno in cui, grazie all’attento ascolto della natura, Abelke prevede l’arrivo di una tremenda inondazione – che causerà danni incommensurabili – la voce che nel villaggio si diffonde su di lei è soltanto una: strega. Basta poco perché l’invidia e il desiderio rendano le accuse concrete, condannandola al processo, alla tortura, al rogo. Ispirato a una vicenda reale, La palude delle streghe è un romanzo lirico e crudo insieme, che mescola incanto e ricerca storica per raccontare l’ingiustizia che, travalicando epoche e confini, unisce oggi come ieri i destini delle donne.

Tutti guardarono il carro che si avvicinava lentamente. Pian piano riuscirono a riconoscere qualcosa e prima uno, poi un altro, si coprirono il volto con le mani, e si udì salire un gemito spaventato, una prima preghiera, fino a quando una comune sensazione di orrore attanagliò i presenti, nel momento in cui videro con i propri occhi che cosa il carro trasportava.

«Kubsova unisce felicemente il ritratto indimenticabile di un’eroina del passato con la storia di una donna di oggi». Süddeutsche Zeitung

«Il racconto, pieno di chiaroscuri, della prima età moderna». Stern

«Una storia intessuta di poetica bellezza». Tagesspiegel

«Due donne unite dalla vita e dal destino alle porte di Amburgo. Un romanzo commovente». Frankfurter Neue Press

Book details

About the author

Jarka Kubsova

Jarka Kubsova è nata nel 1977 in Repubblica Ceca e si è trasferita in Germania nel 1987. Ha lavorato come giornalista per Financial Times Deutschland, Stern e Die Zeit ed è stata coautrice di diversi libri di saggistica. Il suo romanzo d’esordio, Bergland (2021), ha riscosso un grande successo di critica e di pubblico. Per scrivere La palude delle streghe, Kubsova si è immersa nella storia della città di Amburgo e delle riserve naturali che la circondano.

You will also like

EPUB Mobi